Off-Line

L’Andre     Cosa troverai qui     Parlano di me

Offline

Cosa faccio e come lo faccio.

 

Il mio lavoro si divide in due percorsi ben distinti:

Negoziazione

Eliminazione del turn over patologico.

La negoziazione è uno degli anelli della catena più deboli nelle organizzazioni commerciali.  Quando si ha un ottimo prodotto, un ottimo marketing e un’ottimo sistema di distribuzione, l’ultimo passaggio, la negoziazione con il cliente, è ciò che può rovinare tutti gli investimenti fatti negli altri settori. Altrettanto quando la negoziazione si ha con i fornitori o nelle acquisizioni e accordi industriali tra più soggetti.  Il mio intervento in questo caso può essere tanto nella formazione delle reti di vendita, quanto nel mettere i dirigenti nelle condizioni di condurre delle trattative interne (con i sindacati, con i quadri e i manager..) ed esterne (acquisizioni, joint venture, acquisti da fornitori…) nelle condizioni di ottenere le migliori condizioni possibili per tutti i soggetti coinvolti.

Turn over:  Il turn over può essere diviso in fisiologico e patologico.

Il turn over fisiologico è dato da pensionamenti o abbandoni per cause di forza maggiore, e si attesta intorno al 2%.

Il turn over patologico invece è dato da quelle figure (solitamente di livello medio e alto) che decidono di abbandonare l’azienda per un’offerta migliore della concorrenza o per creare un’attività in proprio, spesso nello stesso settore.  In questo caso si ha un’incidenza sulla forza lavoro intorno dal 20% nei mercati occidentali (al 40/50% nel Bric)  arrivando così ad incidere pesantemente sui bilanci aziendali.

Il mio lavoro consiste nell’ottimizzazione delle risorse umane all’interno di organizzazioni commerciali e non commerciali. Gli interventi sono volti ad eliminare quasi totalmente il turnover, che da solo costa alle aziende cifre spropositate, basti considerare che la sostituzione di un operaio arriva a costare il doppio dello stipendio percepito dallo stesso nei due anni successivi la sua sostituzione. Queste cifre aumentano esponenzialmente salendo nella scala gerarchica fino a circa il 400 % quando si raggiungono i livelli dirigenziali.

L’eliminazione di tale fenomeno avviene trasformando l’ambiente di lavoro in modo tale da attrarre e trattenere i soggetti migliori: rendere l’azienda un luogo gratificante ,aiuta non solo a raggiungere tale scopo, ma  predispone anche le persone a dare il meglio di sé nello svolgere i compiti loro assegnati.

Ogni azienda ed ogni organizzazione funziona e genera risultati positivi quando tutte le persone coinvolte sono la miglior versione possibile di sé stesse. Questo approccio, oltre a consentire i suddetti risparmi, elimina totalmente la necessità di costosi incentivi e premi in danaro che si sono rivelati nel tempo poco efficaci se non per periodi limitatissimi.

Un aumento dell’attenzione, della produttività e dell’attaccamento all’azienda da parte di ogni suo singolo lavoratore ad ogni livello gerarchico, libera energie, opportunità e non ultimo grandi risorse finanziarie prima impiegate in modo poco produttivo e poco utile.

Tutto ciò comporta una diminuzione drastica e immediata (nell’arco di pochi mesi, solitamente 6)  dei costi improduttivi ed un aumento dei profitti entro 12/18 mesi, calcolabile mediamente intorno al 15% del fatturato.

L’ottimizzazione delle risorse umane ed i tempi di intervento sono estremamente ridotti: per un’azienda con un migliaio di dipendenti sono in genere sufficienti 2 mesi di lavoro.  Gli interventi seguono una precisa procedura: dopo una prima valutazione con i vertici dell’organizzazione e sulla base degli obiettivi aziendali, inizio il lavoro partendo dai livelli più bassi nella scala gerarchica e risalendo gradualmente fino alla dirigenza.

Ciò consente di arrivare ai ruoli decisionali con le soluzioni già pronte per ogni reparto, di eliminare ogni eventuale frizione interna ed esterna, e di non interferire con il normale svolgimento delle attività.

Una pubblicità di forte impatto e totalmente gratuita.

Un ulteriore risultato che ha un forte impatto sui profitti è l’immagine che l’organizzazione ottiene all’esterno: avere ogni dipendente che coglie ogni occasione di parlare bene del proprio luogo di lavoro, genera un passaparola positivo con una notevole ricaduta sui risultati. Una pubblicità di forte impatto e totalmente gratuita.

Non ultimo vengono praticamente azzerate le dispute sindacali di qualunque genere e portata.

I costi

Tali interventi hanno un costo variabile a seconda delle dimensioni aziendali (numero dipendenti, numero delle sedi, distanza tra le sedi e la casa madre), ma si possono indicativamente quantificare tra il 3% e il 10%  del costo del turnover aziendale.

In caso di aziende di dimensioni importanti (sopra i 1000 dipendenti) si può avere un’ulteriore riduzione dell’onorario, identificando nell’organico i soggetti adatti ad essere addestrati per eseguire gli interventi nelle sedi più lontane.

Nel servizio è sempre compresa la formazione specifica per quadri e dirigenti.

Tutto quanto trovi su questo blog è la punta dell’iceberg degli strumenti che uso nel mio lavoro: trattando con persone e facendolo singolarmente, ogni azione è mirata e tagliata su misura per l’interlocutore del momento. Il mettere in campo tutte le skills di cui parlo nel blog è condizione necessaria per ottenere risultati eccellenti ed i linea con le esigenze del committente.

7 pensieri su “Off-Line

  1. Pingback: On the Road

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...