Che antipatica Eleonora

Visto che va tanto di moda il politicamente corretto e il metterci la faccia solo con tanti cuoricini e bacini e sorrisi e che per dire qualcosa di più crudo pare ci si debba nascondere dietro qualche software malefico, ho pensato che da buon fautore del controcorrente, per partecipare al gioco dovevo farlo a modo mio.

Quindi mettendoci nome e cognome e la faccia e tutto quanto serve a sapere che sono inequivocabilmente io parlar male di qualcuno.

Ma poi c’era il problema: “di chi posso parlar male?”

Ecco la scelta è caduta su Eleonora, per più motivi

  • perché di lei non ho mai scritto
  • perché per parlar male di qualcuno non lo devi conoscere abbastanza bene o finisce che le tue parole hanno troppo valore: la regola vuole che si basi tutto sul sentito dire… (va beh questo mi viene male, vado più di sensazioni mie)
  • perché certe cose si fanno solo con persone che stimi abbastanza intelligenti da capire cosa stai dicendo
  • perché non si discute mai con gli imbecilli

Ecco dicevo, Eleonora.

Lo sapevi che il nome Eleonor nel mondo dell’automotive e della tecnologia è sinonimo di assoluta eccellenza?

Interessante vero?

Io vedo che Eleonora è una donna molto sveglia, molto preparata e molto determinata.

Ecco forse il problema vero è che quando scegli di prendere il timone della tua vita e di dirigere come vuoi tu, poi diventi antipatico a chi non lo sa fare. A chi non ha le palle per farlo.
Eleonora è una che è partita davvero da zero, con la testa sui libri e verso il cielo, con i suoi sogni e i suoi fantasmi, un caterpillar che non si ferma davanti a niente e, secondo alcuni, davanti a nessuno.

Ma sarà poi vero? Insomma se parliamo di lavoro quanti sono disposti a farsi smontare anni di sacrifici (quelli veri, quelli che non ti fanno dormire la notte) da qualche personaggio che non ha mai saputo realmente cosa significhi trovarsi senza la terra sotto i piedi?

Nessuno, ma se lo fa lei, siccome è una donna fuori dai giochi del gossip, è schietta e poco incline a fare sorrisi finti, allora va massacrata. Che antipatica vero?

Lei è una che da quanto ho visto io si è beccata uno spavento da far tremare i polsi anche a James Bond, e da ragazzina ha dovuto scegliere se piangersi addosso o tirar su le maniche e darsi da fare.

Imperdonabile.

Un sogno da una parte, una realtà faticosa dall’altra e lei in bilico su quel filo a cercare di restare in equilibrio per non cadere, muovendosi il più velocemente possibile per arrivare dall’altra parte. Da sola!

Che brutta persona.

Io non la conosco Eleonora, so solo quello che alcuni mi hanno raccontato, e so quello che ho visto in questi anni, so quello che ha fatto e vedo i risultati.

E soprattutto vedo che è (quasi) felice, e sorride, sempre, con quel sorriso di chi non molla mai, che crede in sé stesso e nella bellezza dei propri sogni. E lo fa da sola.

Quando hai un esercito alle spalle è facile fare il grosso, ma prova tu a lottare da solo.

Il fatto è che dove tocca diventa oro, non per fortuna, ma per impegno e notti in piedi a lavorare, perché si porta avanti e prepara oggi per qualcosa che verrà fra 8 mesi, magari 12.

Insopportabile!

Il fatto è che poi la odi perché ottiene risultati, tipo il Mashable che in Italia lo ha portato lei. Sobbarcandosi tutto il possibile ed è stato un successo che cresce esponenzialmente ogni anno.

Secondo me dura ancora poco: Eleonora virerà su qualcosa di ancora più grande entro 3 o 4 anni: è insito nella sua essenza la capacità di crescere verso traguardi sempre più alti.

A volte sembra sia molto dura, sembra abbia uno stile di leadership che può lasciare perplessi, quasi sanguigno, ma va considerato che è comunque molto giovane e che è professionalmente cresciuta in realtà molto competitive che sono ben lontane dall’idea dell’aziendina di comunicazione fuori porta. Lei viene da Privalia, Cavalli, Microsoft… va beh l’elenco è lungo, vai a vedertelo tu.  Di fatto si tratta di organizzazioni grandi che hanno come mercato di riferimento il mondo, dove ogni minuto è una selezione interna che ti mette nelle condizioni di crescere o di sparire.

E lei ha scalato con il segreto dei grandi successi: con l’impegno a dare il meglio ogni istante. E guardandosi in giro per cogliere le offerte che il mercato le poneva sulla strada.

Ma possibile che una ragazza un po’ fashion, un po’ blogger, riesca a fare così tanto?  A occupare posizioni di rilievo in multinazionali e aprire aziende proprie (all’estero!) e poi seguire iniziative in giro per i vari mercati e tutto senza avere alle spalle una famiglia immanicata, al fianco un uomo potente o la dea bendata che le spiana la strada?

Certo che è possibile: lei è lì a dimostrarlo.

Il problema è che Eleonora Rocca (oh, prima o poi il nome per esteso dovevo scriverlo) con i suoi successi è lì a dimostrare che, oggi più che mai, puoi avere successo contando solo sulle tue forze, che impegno e determinazione uniti a un bel cervello e un pizzico di savoir faire possono fare miracoli e che lamentarsi e piangersi addosso per una crisi dei mercati che non c’è, serve solo a stare fermi al palo o cadere dal filo.

Il problema è che se non avesse scelto il mondo della comunicazione, forse oggi sarebbe altrettanto in alto, forse anche di più, ma sconosciuta alla massa e quindi meno attaccabile.

Pensa che brutta persona: ha invaso l’orticello degli incapaci.

Insomma la sua presenza e la sua vita ti sbattono in faccia la tua inadeguatezza e incompetenza e sopportarlo per molti è difficile.

Eppure lei non deve chiedere niente a nessuno e nemmeno deve ringraziare nessuno. Una delle 10 donne che vale pena seguire con attenzione nel panorama italiano, e forse una delle 50 persone di valore tangibile sul mercato europeo della comunicazione.

Difetti veri? Forse è troppo “politicamente corretta” e forse un po’ troppo dura con sé stessa.

Che stronza, vero? Ha alzato lo standard: ti tocca correre adesso.

PS: di solito scelgo le foto che più rappresentano la persona di cui scrivo, ma in questo caso ho scelto un’immagine, tra le sue, dove la troviamo seduta su un’altalena. Perché è tutto lì quello che conta.

 

Annunci

Un pensiero su “Che antipatica Eleonora

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...