Dietro le quinte

Dissacrante, caustico, politicamente scorretto, genuino, ruspante, sagace, attento, sottilmente ironico, raffinatamente crudo, intollerante agli imbecilli, senza peli sulla lingua e disponibile più di Madre Teresa.

In una parola: geniale.

Lui è Simone Bennati, uno di quelli che non te le manda a dire, uno di quelli che preferiscono una birra e una pizza alla serata caviale e champagne.

Si adatta a tutto, l’unica cosa che pretende è che il rapporto che hai con lui sia genuino. Se devi mandarlo a quel paese fallo, come lo farà lui con te, ma che sia con cognizione di causa come sarebbe per lui. Perché lui non fa capricci.

Concreto. Serio come pochi altri, ma nasce come archivista e non si può non avere una mente pragmatica se fai l’archivista. Un po’ ribelle, ma in senso buono, quel tanto da avere la curiosità del mondo e la voglia di imparare, approfondire e poi magari quando hai capito le regole del gioco e le padroneggi, cambiarle.

Parte con la grafica, una passione che lo porta in alto, grazie alla voglia di fare e alla creatività innata tipica del genio ribelle. Quelli che sanno guardare in modo diverso, quelli che dove i comuni mortali vedono uno schermo bianco, sanno come togliere il superfluo e lasciare i colori e le forme che impattano il giusto. Non troppo o poco, ma il giusto.

E col tempo si bazzica la rete fino a capirne le dinamiche al punto tale da creare un brand così forte che fa tremare i polsi ai professionisti.

Gestione di pagine e profili sui social network come bere un whisky on the rocks e fumare una sigaretta.

Perché lui è così: dove si mette funziona. Studia, prova, valuta e poi con la personalità che lo contraddistingue ci mette quel pizzico di suo che da pepe al tutto.

Abbastanza da far funzionare, abbastanza da dare lo slancio a chi vuole usare la rete per creare un’immagine forte, vincente e attraente per il pubblico.

Ma di nascosto, dietro le quinte come tutti i grandi.

A sputare sangue, sudore e lacrime senza poter raccontare in giro che quel brand, quel personaggio pubblico, quell’iniziativa che tanto ha fatto parlare e tanto è piaciuta, sono opera sua.

Lui è pagato per portare il risultato, per darti un Roi misurabile davvero, fatto di conversazioni e immagine e conversioni verso il tuo prodotto.

Ci sono i frontman, che si prendono i meriti, e i bastardi senza gloria che fanno tutto il lavoro. Parte del suo mestiere sta proprio nella discrezione: lui non parla dei clienti o li perderebbe tutti, come da norma ai livelli più alti.

Passa inosservato quello che lavora dietro le quinte, basso profilo, o a volte come nel suo caso un personal brand così forte che nessuno nota quello che sta facendo realmente. Sembra che sia solo ridere o curiosare tra i trend del momento, mentre ti sta solo distraendo mentre prepara un altro colpo da maestro. Ma in fondo si sa: i migliori non si fanno mai belli dei propri risultati, stanno in fondo alla sala ed esultano in silenzio. Mentre chi ha pagato raccoglie i frutti.

E lo prendi sottogamba, non ci pensi, lo fai entrare nei giri giusti perché tanto lui sta chiuso in un ufficio non suo, timbra il cartellino, ha un mercato limitato da chi gli paga lo stipendio.

Fino a poco fa. Ora è libero, ha fatto il grande salto verso la magnifica avventura di controllare la propria vita.

Sceglie lui, decide lui, come quando e con chi. E soprattutto per chi sputare sangue, sudore e lacrime.

Continuerà a stare dietro le quinte, ma erodendo quote di mercato con la stessa velocità e facilità di mangiare una pizza.

Sei tra i suoi concorrenti?

Puoi dire auf wiedersehen alle tue palle. (cit)

Simone ci metterà 5 minuti a prendere quello che non hai saputo fare e trasformarlo in un successo.

Sarà l’incubo di chi lo ha lasciato scappare, e di chi pensava di non vederlo mai sul campo.

Ma si sa, quelli che si paracadutano dietro le linee nemiche non li vedi mai finché non ti sono addosso.

Se ti serve uno che sa portare a casa i risultati prendilo al volo, prima che lo faccia la tua concorrenza, ma sbrigati: è già al lavoro e non avrà spazio per tutti.

 

 

Annunci

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...