Duri a morire

Fabrizio Bartoloni

C’è questa leggenda che io parli solo di donne.

Ok un po’ è vero, buona parte delle persone straordinarie che ho trovato e delle quali ho amato scrivere sono donne. Ma non sempre. Le donne hanno sempre una marcia in più, questione di evoluzione e di come funziona il loro cervello. Però quando il cervello maschile funziona, allora funziona molto bene.

E allora oggi ho pensato che due parole su un uomo incredibile non ci stanno male.

Lui è un po’ una sorta di McGiver mentale.

Te la racconto così: io sono lì che parlo con lui di una questione che non posso dirti (e nemmeno lui, che mi ha firmato un patto di non divulgazione) quando improvvisamente parte un video sul suo pc, con una lingua che stentavo a riconoscere.

  • No niente, è danese.(mi dice) Sì la  parliamo in pochi ma io poi non la capisco benissimo, ancora. E risponde al volo in danese.

Nel mentre vedo che ha documenti in tedesco, inglese, cinese mandarino…

Lui nella vita ha fatto mille mestieri, è curioso di ogni argomento e spesso quando proponi qualcosa, qualunque cosa, trovi in lui una persona che sa e che ti passa subito un’informazione pertinente che ti cambia la giornata.

Nel senso che le sue risorse e le sue conoscenze sono sempre quel dettaglio che ti mancava per avere un quadro più nitido della situazione, o per chiudere un problema trasformandolo in opportunità.

Insomma ti serve un cacciavite? Ecco lui non solo ce l’ha, ma ha anche già capito che tipo e di che misura ti serve.

Per cui spazi dalla lavorazione artigianale del rame, alla storia del medioevo in Russia, dalle abitudini culinarie degli Yanomami (tribù indios del sudamerica) ai testi teatrali dei comici italiani.

Fabrizio è un coltellino svizzero di risorse, tutte racchiuse in una mente che si è divertita ad avere clienti a Singapore e in Canada, senza bisogno di aprire costose ed inutili sedi lontane dalla sua Spoleto.

Laureato in culture orientali, appassionato di buona cucina, della sua terra e di arte, Fabrizio è un uomo che sa affascinarti con la cultura immensa e la gentilezza tipiche delle persone di grande valore.

Come tutti i grandi lavora al buio, senza troppi clamori, ma ti porta i risultati, in tempi così rapidi e con tale precisione da coglierti di sorpresa e lasciarti impreparato.

Tu gli affidi un compito, magari una cosa che negli anni hai già fatto fare ad altri professionisti e sai che ci vogliono diciamo sei mesi?

Ecco lui in 40 giorni ti porta il lavoro finito. E meglio di come lo avesti fatto tu stesso.

Ha cambiato spesso nella vita, frequentazioni e mestieri. Forse è questo che lo rende così elastico e determinato.  Quando un settore non funziona più non demorde e si ricicla in altro, portando con sé tutto quanto assorbito fino a quel momento

Per questo lo considero uno della serie “duri a morire”.

Per metterlo a terra bisogna abbatterlo, perché di suo cade sempre in piedi.

Un po’ come Bruce Willis in un action movie, ha dalla sua una determinazione e un occhio sulla situazione da lasciare disarmati anche i più in gamba.

Oggi fa il consulente, ma magari è meglio che dai un occhio al suo profilo Qui

Un po’ mi scoccia dirlo, ma ad oggi è l’unica persona che abbia conosciuto, che non vorrei avere come avversario nemmeno per una partita a scacchi.

Ah, è un duro, ma pare sia un po’ timido.

Advertisements

2 pensieri su “Duri a morire

  1. wow che spettacolo! Ammiro molto le persone che riescono a essere così “iperattive” e a rigenerarsi costantemente. La ritengo davvero una virtù che io non possiedo, ma mi piacerebbe davvero avere.
    Consigli su come costruirsi questa virtù?

    Liked by 1 persona

    • Anch’io ammiro molto le persone come Fabrizio. Come costruirsi questa virtù è una bella domanda, che mi fa pensare “potrei ricavarne uno o due articoli in merito”. Detto questo Stefano, credo che Fabrizio abbia anche un’indole curiosa e una base culturale invidiabili,

      Mi piace

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...