Blue Ocean

blue ocean

Come puoi facilmente notare dal colore, dalle increspature, e dal senso di infinito, quello sopra è l’oceano. Non so quale, uno.. blu.

Con oceano blu si intende una strategia, ma non sto qui a tediarti con questioni tecniche. Come sai a me piace fare esempi chiari e fruibili subito, e possibilmente copiabili se non totalmente almeno in parte.

Ecco allora ho pensato di raccontarti come creammo un oceano blu alcuni anni fa, anche se allora non sapevo che li chiamassero così.

Comunque, la storia è questa: ero in auto e viaggiavo verso una città del nord europa, quando mi chiama un vecchio cliente e mi dice “Andre ho rilevato un’azienda così e cosà e mi sono tolto la concorrenza dalla strada. Ma sai che ho trovato nei loro capannoni anche un impianto di imbottigliamento? Bello, ma dove la trovo una fonte da sfruttare, e poi come ci entro nel mercato delle acque minerali? Non è che hai una qualche idea delle tue?”

Eh no che non l’avevo, non sono un mago. Però promisi che ci avrei pensato. Sta di fatto che il week end successivo ero ospite di un vecchio amico su un piccolo sloop. E così tra una veleggiata e l’altra arriva l’ora del pranzo. Giovanni, questo il suo nome, mi dice “adesso ci facciamo due spaghi allo scoglio che ti faranno impazzire”

Il suo segreto era semplice: per metà acqua dolce, per metà… acqua di mare.

Una trucco che ogni navigatore solitario conosce e un uso di tanti paesi di mare fino a 70 anni fa, mi disse.

Ecco fu una lampadina che si accese al volo, un’intuizione.

Te la faccio breve: scoprire come e a che prezzo depurare acqua di mare con la garanzia di un grado di salinità costante fu questione di poche ore. Organizzare raccolta e trasporti (e relativi permessi e licenze) questione di giorni.

Avevamo il prodotto e un mercato inesplorato.

Anche la penetrazione del mercato fu cosa semplice e low cost: qualche bottiglia, una bella etichetta, accompagnate da un libretto con una decina di ricette. Il tutto venne regalato a 20 chef stellati. Sai quelli che lavorano in ristoranti da 100 euro a pasto come minimo? Ecco loro.

La novità, il partire dall’alto del mercato, l’esclusività fecero il resto.

I fatti risalgono ormai a cinque anni fa, e allora riuscimmo a piazzare il prodotto ad un prezzo esorbitante: a fronte di un costo che non superava i 2 euro al litro, vendevamo a 50.

Oggi non so quante altre aziende occupino lo stesso mercato, né quali siano ora i prezzi correnti e francamente non mi interessa.

Quello che so è che in quel momento non c’era concorrenza e il mio cliente ebbe a disposizione quello che oggi chiamano  un”Oceano Blu”. In pochi mesi si ripagò di tutto l’investimento fatto (compresa la nostra consulenza) e credo che ancora oggi sia tra i principali player del settore.

Il punto non è tanto avere idee impossibili, ma saper dove guardare e ragionarci su un po’: gli spazi ci sono.

Come dicono gli esperti di marketing, una strategia che funziona è sempre scalabile, quindi io ti consiglio di pensarci un po’, guardarti intorno e pescare dove puoi. Spesso le idee migliori sono di una semplicità disarmante e se proprio non riesci a vedere di tuo (ci sta, il lavoro a volte assorbe così tanto che non si ha il tempo di cercare altrove) puoi sempre rivolgerti a dei professionisti che sono in grado di costruire da zero tutto e nel migliore dei modi.

Dall’idea del tuo oceano blu al piano strategico per metterlo in pedi al marketing etc…  Di bravi ce ne sono tanti, io te ne segnalo tre per tre delle cinque fasi che ti servono per avere successo.

Due li trovi qui, uno qui.

Poi ti serviranno leadership e negoziazione, ma per quelle se vuoi una mano te la do io.

Buona nuotata.

PS: quando mi condividi io sono felicissimo, ma se ti ricordi di taggarmi, ti ringrazio anche. A me farebbe (molto) piacere sapere chi sei.

Annunci

2 pensieri su “Blue Ocean

  1. Ciao Andre,
    questo è uno dei tuoi cavalli di battaglia. La storia è incredibile e magnifica al tempo stesso. Mi chiedevo infatti perché ancora non ci avevi ricamato sopra un post. Eccolo qua!
    Simone

    Mi piace

    • Grazie Simo. Mah perché non ne avessi scritto prima non lo so, forse non gli davo peso: a me quando lo feci sembrò una cosa normale. Ora vedo che viene decantata come la panacea di tutti i mali la strategia Oceano Blu e mi è tornata in mente.

      Liked by 1 persona

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...