Alfa e Omega (nel business)

Alfa e Omega

Con Alfa e Omega si intende l’inizio e la fine, un cerchio che si chiude e riparte senza soluzione di continuità.

Funziona così anche nel business e oggi ti racconto di due perle che questo cerchio lo sanno colorare con tutte le sfumature dell’iride. Come un arcobaleno!

Ricordi quando dicevo “se giochi con i migliori prima o poi diventi uno di loro“?

Ecco questi due personaggi hanno giocato con i migliori, sai quelle aziende che muovono miliardi come fossero noccioline e giocano su più mercati sempre da vincenti. Tipo le compagnie d’assicurazione e le aziende telefoniche. Soggetti così.

Ma facciamo un passo indietro e parliamo di oceani.

Due tipi: rosso e blu.

Tanto per semplificare l’oceano rosso è quello pieno di squali che colorano l’acqua di sangue. Una metafora è chiaro, per indicare la concorrenza agguerrita che attacca. E i pesci (tra i quali ci sei anche tu) si mangiano tra loro.

Poi ci sono gli oceani blu, dove la concorrenza (lo squalo) non c’è. Vuoi chiamarla nicchia di mercato inesplorata?

Sta di fatto che se nuoti in un oceano blu diventa tutto più gestibile e rapido. Insomma: prosperi.

Ci sono diverse condizioni che devi soddisfare per lavorare con profitto (oh, profitto vero, quello da 75.000 euro annui in su, non la mera sopravvivenza), ne ho parlato tante volte: il marketing, la capacità di vendere, l’idea….

Ecco però ci sono due punti base: l’inizio e la fine del processo. Alfa e Omega appunto.

Partiamo dall’inizio dai.

Allora partiamo da lei, la prima perla: Angela Del Giudice. (fatti un giro su Handy Innovation)

Angela ha giocato ai livelli più alti del mercato, con il famigerato posto fisso, ma di quelli che si sognano quando ti iscrivi all’università. Ha imparato, ha agito, ha fatto. Poi un giorno si è scocciata, annoiata, ed è tornata nella terra natia con un’idea di far da sola. E cosa si è messa a fare secondo te? Business. Ma alto. Porta la sua conoscenza e le sue competenze al servizio di un territorio e di aziende, che hanno margini di crescita esponenziali e non lo sanno.

Lei ti analizza, ti insegna un modello di strategia imbattibile (business model canvas) che poi è quello usato da chi nella crisi ha fatto più soldi di quanti ne avesse prima, quello che nel mondo utilizzano le multinazionali che macinano profitti senza sosta.

Poi ti aiuta a trovare il tuo Oceano Blu. E io credo che sia la cosa più importante. Perché se ci pensi bene di competenze da spendere sul mercato ne abbiamo tutti, ma spesso il salto verso l’alto non si riesce a farlo, o si tentenna per la paura di fallire. E giustamente direi: il mercato è pieno di squali, ricordi?

Però alle volte (magari spesso) non riusciamo a vedere come applicare le nostre capacità e risorse, in quale direzione. Anche se sappiamo di avere qualcosa di speciale da mettere sul piatto.

Ecco qui interviene lei, Angela, che con grazia e precisione ti indica il percorso migliore e ti aiuta a trovare quella nicchia inesplorata, il tuo Oceano Blu, nel quale nuotare.

Insomma: la cosa più importante di tutte, la prima in assoluto: trovare il tuo mercato. E farlo rendere il più velocemente possibile.

Gentile, preparata come pochi e con il tocco magico del saper trasmettere in modo semplice e fruibile subito, tutte le competenze maturate in venti anni di esperienza là dove giocano i migliori. Per questo è ora uno dei migliori.

L’altra perla invece è un signore che probabilmente già conosci: Paolo Fabrizio. Magari fatti un giro anche a casa sua: social media scrum.

Altri 20 anni di esperienza, con i migliori. Ecco perché oggi è uno dei migliori.

Lui, Paolo, è un esperto di customer service, che inizia prima che il cliente abbia acquistato e non finisce mai. Perché c’è il servizio post vendita, l’assistenza, e mille altre cose che declinate a modo suo ti permettono di chiudere il cerchio. Tornare al punto di partenza e ricominciare a… vendere. O far quattrini se vogliamo essere più prosaici.

Sembra brutto dire “far quattrini” ma in fondo è per questo che si lavora no?

Allora diciamo le cose come stanno.

Paolo è armato di fioretto, Atos, Portos e Aramis tremerebbero di fronte a lui.

Una delle persone più preparate e “centrate” che abbia conosciuto. Cordiale e determinato ha la capacità in poche mosse di far risparmiare un sacco di soldi ad ogni suo cliente, e sa come fidelizzare il mercato. Pochi colpi ben assestati e il tuo business cambia passo. E salti verso l’alto.

Ed è lui, l’Omega del business.

Perché li ho messi insieme? Perché se Angela ti fa partire e monetizzare al volo, Paolo ti fidelizza il cliente e ti permette di tagliare i costi e migliorare la qualità del servizio. Insomma ti consente di restare sul mercato.

Angela ti porta in alto, Paolo ti ci fa restare.

Tutto quello che sta nel mezzo, tra Alfa e Omega, è altrettanto importante, ma solo due personaggi così, uno spadaccino e una principessa, possono darti le giuste indicazioni, anche nel trovare quello che serve in mezzo.

Hanno quel qualcosa in più di indefinibile che fa una differenza abissale tra un lavoro ben fatto e il successo. Tra Bravo e Il Migliore.

Ecco: due perle rare. Due con i quali mi piacerebbe inventare qualcosa, che con loro si vince facile.

Che dici, lo facciamo diventare bello come un arcobaleno anche il tuo lavoro?

Come tutti i grandi, anche Angela e Paolo sono facilmente raggiungibili e soprattutto disposti ad ascoltare con interesse quello che hai da dire.

Possono essere la tua differenza tra Bravo e Il Migliore. Pensaci.

 

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “Alfa e Omega (nel business)

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...