Sabina (e il segreto di ogni successo: anche il Tuo)

Sabina

1987. Estate, mare, spiaggia. Sono passati 27 anni da quell’estate.

E c’era lei, la donna della foto (com’è oggi): Sabina.

Era bellissima e gentile, con un sorriso dolce e uno sguardo luminoso.

Allora non ero quello che sono oggi, ero un ragazzino di 15 anni e non possedevo ancora la sensibilità per cogliere al volo il talento nascosto nelle persone, ma in lei vidi qualcosa di speciale.

Fu la prima volta che ebbi quella strana sensazione di trovarmi al cospetto di una persona dalle incredibili qualità.

“Non importa quante volte cadi, ma quante volte cadi e ti rialzi” (V. Lombardi)

 Ora lo so, in lei era racchiusa quella gamma di segreti che portano al successo.

Partiva da una condizione infelice: prima ancora di cadere partiva già in ginocchio e con uno zaino sulle spalle.

Ed aveva solo 15 anni. Non aveva alle spalle una famiglia in grado di sostenerla nelle più piccole cose, era sola con sé stessa e poteva contare unicamente sulle sue forze.

Di lì a poco scomparve. Seppi solo tempo dopo che ebbe un figlio ancora “bambina” e da sola manteneva sé stessa e il piccolo.

E nonostante ciò riuscì a frequentare prima il liceo artistico e poi l’Accademia delle Belle Arti .

Fece la cameriera, la cantante jazz, la pittrice, l’assistente socio sanitario, la ballerina, la costumista…

E crebbe, lei e il suo bambino, che è ormai un uomo. Matrimonio, divorzio, ha girato il mondo ed è tornata nella città che le diede i natali e qui, si assume la responsabilità anche nei confronti di chi l’aveva abbandonata a sé stessa. E poi due bambine bellissime e non contenta, oggi ha anche una laurea, la seconda, in scienze infermieristiche.

Io non sto a raccontarti i particolari più cruenti della sua vita passata, ti basti sapere che spesso si schernisce dicendo di essere cresciuta con la Famiglia Addams.

Eppure lei si è sempre rialzata e un passo alla volta, un centimetro alla volta si è conquistata il suo posto nel mondo, dando ai propri figli e alle persone che ha incontrato quella serenità e e quel sorriso che tutti cerchiamo.

Sai come ha fatto? Aveva un buon motivo per combattere contro il fato dispettoso.

Il suo motivo erano i suoi figli, il tuo può essere la voglia di vedere il sole e il mare ogni mattina.

Ma il punto è tutto lì: un buon motivo.

Sabina ha sempre gettato il cuore oltre l’ostacolo, superando ogni avversità (e che avversità) solo perché ha sempre tenuto ben chiaro nella mente la sua più grande motivazione: la serenità dei suoi bambini.

Come riuscì a farmi sentire “piccolo” 27 anni fa, riesce a farmi sentire quasi un fallito oggi, guardando a quanto è riuscita a realizzare e quanto bene l’ha fatto.

Ma quello che possiamo imparare da Sabina è che gli ostacoli sono quelle cose spaventose che scorgi ogni volta che distogli lo sguardo dai tuoi obiettivi, che la parola successo viene sempre dopo la parola sudore e che per ottenere le cose dalla vita bisogna combattere conto l’oltraggiosa fortuna.

Possiamo imparare che la motivazione quando è forte ti consente di andare avanti e rialzarti ancora e ancora e ancora.

“La gara non va mai al piú veloce, ma a chi continua a correre”

Tempo fa scrissi “se vuoi essere qualcuno sii te stesso” e Sabina è questo: sé stessa, sempre e comunque e non ha mai mollato. Ora, dopo più di 30 anni sta raccogliendo i frutti di una vita fatta di sacrifici e voglia di combattere.

Tu invece da dove parti? Hai amici che credono in te? Sei un adulto con un percorso di studi alle spalle ed una professionalità costruita sul campo? Hai una famiglia che fa il tifo per te ed è pronta a sorriderti quando ne hai bisogno?

Sabina non aveva niente di tutto questo ed era una ragazzina.

Dalla sua aveva solo un cervello, un’indole gentile e la voglia di sopravvivere. Se ce l’ha fatta lei puoi anche tu.

Il cliente che non capisce quanto sia importante il tuo lavoro, la pressione fiscale alle stelle, la concorrenza agguerrita al confronto non sono niente. Fai come Sabina: trova il TUO motivo per combattere e poi datti da fare per cambiare le cose, ORA!

Quello che serve è dentro di te.

Un obiettivo e una forte motivazione, non ti serve altro per avere il successo che desideri.

Se poi avrai la fortuna di imbatterti in una persona come Sabina, il mio consiglio è di tenertela stretta: solo le persone di valore lasciano un segno in noi, e l’impronta che Sabina ha lasciato in me è così profonda da aver resistito per quasi trent’anni.

Allora ero un ragazzino, ed ebbi la fortuna e il privilegio di passare una serata in sua compagnia davanti all’entrata dell’albergo in cui alloggiavo e dove lei lavorava come cameriera.

Giusto il tempo di una pizza divisa in sei (sì non eravamo soli).

Io la ricordo così:

Sabina 15

in tutto il suo splendore stile anni 80, mentre mi prendeva in giro per la salsa della pizza che mi cadeva ovunque.

Un’ora della sua presenza è stata determinante nel farmi diventare quello che sono oggi ( no, non te lo dico perché), le qualità che le persone apprezzano in  me quali disponibilità, sensibilità, gentilezza e tutto quello che so fare, anche le mie conoscenze più tecniche hanno origine in quell’incontro e in questi 27 anni non c’è stato un mese in cui non mi sia soffermato a dedicarle un pensiero chiedendomi che fine avesse fatto.

Oggi, vederla serena mi ha reso un sorriso, un altro.

E le dedico questo pezzo che mi ha sempre fatto pensare a lei.

Nota personale: grazie Sabina.

Annunci

6 pensieri su “Sabina (e il segreto di ogni successo: anche il Tuo)

  1. Esistono storie che superano nettamente l’immaginazione del miglior scrittore. Ci si ispira ad un modello ma, in ogni caso, tiri fuori la forza di rialzarti sempre e solo se hai una valida motivazione. Per quanto riguarda me, la motivazione sono prima di tutto io stessa (non è il caso di dilungarmi, basta dire che è da quanto son nata che son tenuta ad aggrapparmi alla vita con i denti), il mio fidanzato (due cuori e una capanna) e, naturalmente, i miei genitori (ormai stanchi, angosciati all’idea di pensarmi senza certezze). Mi ispiro inoltre ad una persona che ne ha avute di batoste ed è sempre in piedi, sorridente, piena di voglia di fare. E stampate nel cuore e nella mente, ho le parole di un’altra persona cara, che mi diceva di non arrendermi mai, nemmeno quando tutto poteva far perdere la speranza.

    Mi piace

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...