Me la dai? Patatine ed engagement!

Me la dai?

Si dice che ogni volta che qualcuno pronuncia questa parola, Engagement, muore un gattino, fatto sta che questo è il sale del mercato.

Le conversazioni, il buzz, le quattro parole sul nulla, ma tanto piacevoli.

In quel momento crei quella cosa chiamata conversazione.

E se lo fai bene, ma bene, allora hai venduto.

Qualunque cosa tu voglia vendere.

In fondo il concetto è applicare al business le potenzialità del web (twitter più di tutti si presta molto bene) e al web quanto si fa nella vita reale.

Ma si fa davvero.

Un esempio di social marketing reale?

Cioè applicato alla vita reale?

Diciamo che una sera, incontro una ragazza accompagnata e le dico: ciao me la dai?

si arrabbia  perché non le serve un idiota, le cose non si impongono, rischio due ceffoni anche dal lui in questione e parleranno male di me a tutti.
Se vado da una sola e le dico: “Ciao, me la dai?” si arrabbia, perché magari le serve un imbecille, ma non così: non c’è valore aggiunto. Insomma alla meglio la domanda sarà “ma perché dovrei?

e il risultato un gentilissimo “scatramati!” e parlerà male di me a tutti.

E uno schiaffo non me lo leva nessuno.

Se qualcuno dice ” Oh! È arrivato l’Andre! È disponibile, casomai interessasse a qualcuna!” pesco poco perché funziona solo con grandi numeri. Ma proprio enormi. E poi a caso, perché se non so quali possono essere interessate, magari sono le uniche a cui non arriverà il messaggio.
Se passo da quella che lavora e chiedo “Ehi vieni a prenderlo un caffè?” lei lo sa che la domanda nascosta è “me la dai?” e si incazza perché non le va di essere presa per scema e poi la disturbo perché sta lavorando. Quindi se non è un momento in cui le serve proprio un caffè è controproducente.

Se va bene non parlerà di me.

Se invece, trovo al bar una che sorseggia uno spritz e mangia le patatine, mi avvicino e le dico in tono gentile, con lo sguardo innocente e un sorriso a fior di labbra: ” Mi scusi, me la dà, (pausa di un secondo) una?” puntando a quella che stava per mettere in bocca, la sorprendo, ho attratto la sua attenzione, le ho fatto sapere che è attraente, si sente apprezzata perché la ritengo in grado di capire il lato ironico, sa del messaggio nascosto che non è nascosto e quindi apprezza, perché non la sto prendendo in giro, l’ho beccata mentre si diverte e quindi le sue difese sono al minimo, le sto offrendo gratuitamente un upgrade al divertimento di cui ha appena avuto un assaggio, e ha l’illusione che sta per effettuare una scelta consapevole.

Alla peggio parlerà bene di me a tutte le sue amiche e io mi diverto vivendo di rendita per 6 mesi/un anno.

PS: per comprendere a fondo sostituire “Me la dai?” con “Compra (clicca qui, firma, ….)”

L’engagement è un’arte, come la seduzione.

Annunci

6 pensieri su “Me la dai? Patatine ed engagement!

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...