La qualità più rara e preziosa

Francesca Borghi

L’ho detto, e lo ripeto: la prima cosa in assoluto è essere sé stessi, punto.

La cosa principale certo, il primo passo per arrivare dove vuoi è quello o arrivi dove vogliono gli altri, che non è mai una buona idea.

Poi però non basta, ci vuole di più.

Quale ultimo punto manca?

Perché tutte quelle cose scritte sopra si trovano, magari non sempre tutte insieme, ma generalmente si trovano.

Facciamo che vi do un indizio.

Alcuni mesi fa mi trovo ad una piccola mostra di lavori fotografici, in quel di Milano.

Ero stato invitato da una cara amica e ricordo che tra un saluto e l’altro mi presentano questa donna in uno splendido abito nero, con un particolarissimo ciuffo e un sorriso gentile.

Tale Francesca.

Lì per lì non vi fu occasione di andare oltre una stretta di mano e non ci pensai più.

Però qualcosa di quella stretta fece suonare nella mia testa il solito beep che suona quando incontro qualcuno con un alto valore aggiunto.

Tempo dopo mi capita di incrociare un profilo social che in qualche modo mi fa risuonare lo stesso beep ( ok sono un cyborg, e allora?).

Guardo: Yoursmartagency.

“Un’impronta che conosco” – mi dico – “questa azienda ha qualcosa che ho già incontrato”

Approfondisco e scopro che alla testa della suddetta organizzazione c’è proprio quella Francesca che conobbi di sfuggita mesi prima.

Nasce uno scambio di tweet e approfondisco la mia conoscenza di questa azienda, valuto quali sono i servizi che offrono e cosa tra questi può fare al caso mio, perché la titolare mi ispira fiducia e il mio istinto ci prende al 99%.

L’interazione social è continua per qualche settimana, poi ne so abbastanza, quindi lancio un’idea (smartdinner) che Francesca coglie al volo.

Ma proprio al volo. Ecco la velocità.

Mi prospetta nel giro di pochi giorni un progetto. La conoscenza.

Mi presenta una sfumatura di creatività social … L’intuito!

Io lascio passare qualche giorno, e aspetto.

E cominciano ad arrivare: Cosa ne pensi? Ti piace o no? Quando pensi di partire?…

Con una certa cadenza, quasi regolare, costante. … La determinazione.

Al che mi dico: mettiamola alla prova.

E Francesca parte veloce e precisa.

Io mi aspetto che mantenga quanto ho visto in lei almeno in una percentuale accettabile.

Ho delle aspettative date proprio dalla sua determinazione e dalla precisione e pulizia e qualità di quanto le ho visto fare.

Sono consapevole di quanto sia complesso e difficile quanto le ho chiesto ma ne ho bisogno proprio per valutare quanto risponda alla realtà l’immagine che ho di questa azienda e della titolare.

Non sarà come volevo, ma dovrebbe avvicinarsi.

Francesca è puntuale e precisa come promette e anche di più.

Devo ammetterlo, l’avevo un po’ sottostimata: è esattamente quello che trasmette.

Ora ti chiedo: quale dote di Francesca va messa nell’elenco?

La qualità più importante, rara e preziosa che si possa trovare in un collaboratore?

L’affidabilità.

Io oggi so che Francesca Borghi è AFFIDABILE.

So che qualunque richiesta io faccia, Francesca la prenderà in carico solo ed esclusivamente se sa di poter svolgere un lavoro eccellente, e soprattutto so di non dover controllare ogni passo del lavoro affidatole.

Perché è affidabile. Posso concentrarmi sul core business e lasciare a lei la massima libertà di azione e di scelta. Io so, oggi, che Francesca mi garantirà sempre la migliore soluzione possibile.

Qualunque imprenditore, grande o piccolo che sia, sa che l’affidabilità è la più difficile da trovare e quando la trovi devi fare qualunque cosa per assicurarti la collaborazione di chi la dimostra.

Sapere cosa aspettarsi da un collaboratore è il primo passo perché un’organizzazione possa lavorare con rapidità ed efficacia.

Complimenti Franci: sei riuscita a stupirmi.

Annunci

15 pensieri su “La qualità più rara e preziosa

  1. Che buffo…ricordo bene quel tuo post e sono molto felice di poter incontrare Francesca (e te) alla cena!
    Quanto all’affidabilità… Eh Andrea se ce ne sarà l’occasione ne parleremo…credo che quello che tu dici valga molto per chi opera nella libera professione mentre nelle multinazionali (che ho conosciuto bene) purtroppo mi è parso che la regola fosse “fai il minimo possibile”…
    Ma è un discorso complesso e…magari da fare con un bicchiere di vino in mano!;)

    Mi piace

      • non mi chiedere il titolo ma sono certa di aver letto un tuo post in cui parlavi di una persona, una donna, che ti aveva colpito perche’ di pareva avesse delle qualita’ speciali anche se l’avevi appena incontrata…se ricordo bene la foto del post era di una donna che non era pero’ riconoscibile… era lei o ricordo male?:)

        Mi piace

        • Ah! Ho capito. No non era Francesca la donna di cui parlavo in quel post, ma le date coincidono. Francesca è stato un incontro molto più rapido, questione di pochi secondi, la donna a cui ti riferisci tu ho avuto la fortuna di ascoltarla e di parlarle per alcune ore.

          Mi piace

    • Non vedo l’ora di conoscerti anche io a #SmartDinner 🙂
      Questo articolo mi ha riempito di gioia e penso che l’affidabilità sia una caratteristica necessaria a qualsiasi brand… che sia un libero professionista o una società.
      Tu acquisti e ti rivolgi alle persone, società di cui ti fidi: il lavoro è sulla conquista di questa fiducia, non credi?
      Grazie per il commento e a prestissimo!

      Mi piace

  2. Conosco Francesca da un paio di anni e Your Smart agency è un partner a cui non potrei mai rinunciare. Se dovessi aggiungere qualcosa a quanto hai già scritto direi che probabilmente Francy è una delle persone più complicate che ho mai incontrato (da che pulpito poi, come se io fossi una persona semplice). ma oltre quel dedalo di sfaccettature che è la sua personalità creativa (a volte anche pungente se vogliamo) si cela una persona magnifica e piena di luce. Umanamente una delle persone più sensibili e belle che abbia mai avuto il piacere di conoscere. Dire che ogni giorno può sorprenderti è riduttivo.

    Mi piace

    • Andrea grazie, tu sai che il tuo supporto giornaliero è prezioso per me.
      Tu sai quanto io sia precisa, puntigliosa, ambiziosa e mi sopporti 🙂
      Sono io ad essere orgogliosa di averti come partner della mia agenzia.
      Grazie di tutto

      Mi piace

  3. Andrea che dire: sei tu ad aver stupito me con questo articolo.
    Sono commossa ed emozionata!
    Riscopro perchè amo profondamente il mio lavoro: la soddisfazione dei clienti è la mia!
    Grazie di cuore e vedrai #SmartDinner sarà una giornata indimenticabile…

    Mi piace

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...