Basta un Sorriso

basta un sorriso

 

Non costa nulla un sorriso, ma rendre ricco chi lo concede.

Non costa nulla, eppure dà molto a chi lo riceve.

Vive nel tempo, ma è solo un istante che nasce improvviso,

e non c’è ricco, non c’è potente che possano vivere senza sorriso.

Anche il più misero tra i mortali può arricchirsi con un sorriso.

In casa crea felicità e negli affari la volontà;

è come un marchio dell’amicizia, reca sollievo al preoccupato,

infonde coraggio al pavido,

serenità ai tristi,

e cure al malato.

Non può essere comprato, mendicato o rubato,

perché è senza valore finché non è dato.

Se altri sono stanchi per darti un sorriso, sorridi tu.

A che serve un sorriso se non a colui che non sorride più?

Non so di chi sia, a me piace molto.

Mi piace perché in fondo un sorriso è quanto serve: apre mille porte.

Quante volte ti trovi con gli angoli della bocca in giù? E cosa stai facendo perché ciò non accada?

A me capita di avere momenti in cui le cose proprio non girano come vorrei, … beh credo che capiti a tutti.

Io di solito sorrido, raccolgo le forze e faccio tutto quanto in mio potere per cambiare la situazione e non c’è ostacolo grande o piccolo che possa fermarmi. Questione di atteggiamento, di personalità di motivazione.

Come? Tu non sei così? Sicuro?

Ok e se anche fosse la mia domanda è: e non puoi diventarlo?

Perché se ci pensi bene il mondo è un inferno se lo consideri tale, se ti siedi e chiudi in te stesso e non lotti con tutte le tue forze fino all’ultimo respiro.

Io quando voglio qualcosa da non dormirci la notte, non dormo. Faccio tutto il necessario e anche di più.

Pensaci bene: stai dando il meglio di te in ogni istante? Ci stai davvero mettendo tutto quanto hai nel cuore e nella testa?

Non basta?

Allora guardati intorno, sicuramente da qualche parte c’è qualcuno pronto a darti una mano e non è detto che sia una cosa così irraggiungibile: sai, alle volte per essere ripagati si attende solo un sorriso.

Si, quando lavoro mi faccio pagare, anzi in effetti mi faccio strapagare, ma quando lavoro.

Se però uso le mie competenze per qualcosa che reputo personale, qualcosa che voglio fare per il puro piacere di farlo, allora a me basta un sorriso. Niente di più, e niente di meno.

E poi sorridere migliora la vita, l’umore, stringe legami, stimola le idee

(A me è successo, ricordi? Ne ho parlato qui. …a proposito, forse il modo l’ho trovato.)

Recentemente una mia amica mi ha detto “mi sento come una mosca intrappolata in  un bicchiere e mi sa che sono io il mio bicchiere”.

Nel suo caso era solo un attimo di riflessione, ora sorride ed è pronta a lanciarsi da un ponte se fosse necessario, ma la domanda che ti faccio è: sicuro di non essere tu a limitarti da solo?

Per dire: hai inviato tutte le e-mail, arrivi con un po’ di anticipo agli appuntamenti, cerchi le risorse che ti mancano, ….

Fai proprio tutto il necessario?

Non è una passeggiata, non lo è mai per nessuno, ma tu sei il campione, puoi fare tutto. Devi solo scegliere cosa vuoi, l’obiettivo, e poi trovare il modo di comunicarlo al mondo.

L’unica cosa che ti chiedo è di credere in te quanto ci credo io, impegno ad eccellere e un sorriso: non serve altro.

Questa la dedico alla proprietaria del sorriso nella foto e a tutti i lettori.

E mercoledì ti parlerò di vendita, lez. 3 😉

Buon lavoro.

Advertisements

3 pensieri su “Basta un Sorriso

  1. Mi hai fatto venire in mente un film, un bellissimo film che credo – col senno di poi – mi abbia cambiato la vita.
    E’ un film che vidi circa 10 anni fa, a scuola, alle medie… La trama era piuttosto semplice ma non per questo scontata: un ragazzo, 16 anni, circa, della periferia di Parigi, con i genitori che non lo considerano minimamente, conosce un signore, un uomo marocchino che gestisce un negozietto di fronte alla casa di questo ragazzo. Il ragazzo, dapprima detesta questo uomo, ma poi nasce un’amicizia e l’uomo insegna al ragazzo a sorridere, sorridere sempre, anche quando le cose vanno male… E lì capisce che è solo quel piccolo gesto a rendergli la vita migliore.
    Da quel giorno mi sono detto “perché no”, ho provato anche io a sorridere di più… Sinceramente non so se questo abbia influito tanto o poco, una cosa è sicura, ormai il sorriso è parte di me, non voglio tornare indietro.

    PS: se qualcuno conosce il titolo di quel film potrebbe comunicarlo? Viglio rivederlo ma non riesco trovarlo.

    Mi piace

    • Lo sto toccando con mano in questo periodo, il prezzo di un sorriso. Che se ne dica, capitano a tutti i momenti no, lo sconforto e via dicendo. Facile dire “Sorridi”, mica ci sei tu nei miei panni! Quante volte l’abbiamo detto? Milioni. Eppure il prezzo di questo sorriso è altissimo. Ti circondi delle persone che sorridono? Se lo fai è più facile farlo. Se togli – o allontani – i musoni, i vittimisti, quelli che alla fine guardano sempre agli altri e mai a sé stessi… be’, inizi a sorridere un po’ di più.
      E chi ti sta attorno ti sorride.
      Se non riusciamo a essere noi a sorridere, proviamo a circondarci di chi già lo fa. Sarà più facile imparare a farlo di nuovo.
      E chiunque sia la tua amica, la quoto in pieno: “mi sento come una mosca intrappolata in un bicchiere e mi sa che sono io il mio bicchiere” e mi autocito per il commento che ti ho lasciato all’articolo su Seb!

      Mi piace

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...