Se non lo fai non funziona

Settimana pesante

Lavorare in un settore per tanto tempo, soprattutto quando svolgi un mestiere che ami, consente di acquisire tante e tali competenze e di poterle usare in modo quasi automatico. Alle volte diventa persino difficile spiegare come hai fatto a raggiungere un certo obiettivo, quali parametri hai preso in considerazione, quali dati hai ritenuto rilevanti o meno e perché.

Poi magari ti guardi in giro e scopri che quelle tue competenze sono applicabili anche in altri campi, e che ci sono moltissimi professionisti che ne gioverebbero.

A me succede di vedere tantissimi ragazzi, giovani e bravissimi, che arrancano e si impegnano e si aggiornano e ci provano e riprovano e non mollano mai.

Sono parte del popolo dei freelance e si occupano di SMM, Copywriting, Scrittura creativa, Seo, Grafica Web e così via.

Sanno tutto, sono preparatissimi e davvero basterebbe poco perché riuscissero a fare un vero salto di qualità.

Non nel modo in cui svolgono il lavoro, perché in questo sono eccezionali, ma nel reddito che ne ricavano.

Quasi nessuno di questi è nelle condizioni di avere una mia consulenza, ma … se la meritano, perché sono persone gentili, piacevoli e soprattutto perché a dispetto del mondo intorno a loro si mettono in gioco e non mollano.

E allora scrivo: ritaglio un po’ del mio tempo (ne ho pochissimo e la settimana è pesante anche per me), faccio uno sforzo per spiegare in modo molto semplice concetti complessi, sperando di passare quelle skills che fanno la differenza nei risultati.

E allora ecco che passo dal modo di “leggere” un potenziale cliente per potersi rapportare a lui con il giusto atteggiamento, alle tecniche di vendita. dagli script per influenzare positivamente il comportamento di un collaboratore, al giochino per “rompere il ghiaccio” in una fase di stallo.

Dal mantenere alta la produttività alla motivazione.

Spiego tecniche mnemoniche veloci, altre per sviluppare la creatività, o ancora per rendere più persuasivo un testo.

Ma poi tutte queste cose, a cosa servono?

Se le leggi, le condividi, mi lasci anche un commento che mi riempie di gioia (i commenti sul blog sono una boccata d’ossigeno), magari ne discuti anche con qualcuno, e poi te li dimentichi, allora… a niente.

Quando leggo il blog di Veronica, faccio tesoro dei suoi consigli sui social media, e cerco di approfondire e applicare quanto suggerisce.

Altrettanto quando la mia amica Valentina, Ceo di Pennamontata mi manda un e-mail con scritto “…Andre guarda che dovresti modificare …”

Perché loro, come molti altri, stanno dedicando del tempo a me che leggo e stanno dando parte delle loro preziosissime conoscenze gratuitamente perché tutti ne possano trarre vantaggio.

Allo stesso modo, quando scrivo come vendere al telefono, piuttosto che quale frase rispondere al cliente che contesta il prezzo di un servizio, io sto dando delle informazioni su “come si fa a ” raggiungere un obiettivo, ritrovare la motivazione, gestire un conflitto….

Ma in fondo ai miei articoli, metto sempre il consiglio di utilizzare più volte le informazioni acquisite nel proprio privato, per un po’.

Questo perché per ottenere dei risultati ci sono due condizioni indispensabili:

  1. Usare le nuove skills
  2. Usarle abbastanza da poterle personalizzare

Si impara per imitazione

Io mi rendo conto che il modo migliore sarebbe farvi provare ogni cosa direttamente con me ad affiancarvi, sarebbe più efficace e veloce, i risultati arriverebbero nell’arco di 24 ore, 36 al massimo.

Purtroppo questo, per ora, non è possibile (ma ci sto lavorando per trovare il modo) e quindi mi sforzo per trasmettervi il più possibile tramite il blog e le mie interazioni con voi sui social.

Il segreto, comunque, è tutto li: se non lo fai, non funziona.

Annunci

13 thoughts on “Se non lo fai non funziona

  1. Pingback: Non é questione di fortuna ma di atteggiamento | girardihr

  2. Non sempre al 100% Gioia, perché hai sempre a che fare con persone, non con macchine. E poi non vi ho ancora raccontato tutto, ma solo una piccolissima parte. Che li usi nel tuo privato mi fa molto piacere, perché è questo il modo migliore per imparare ad usare tutto al meglio. Applicherai sul lavoro quando ti sentirai sufficientemente sicura, o magari ti accorgerai un giorno che lo stai facendo in modo istintivo. 🙂

  3. Ciao carissimo, scusami se mi permetto, ma a forza di leggere i tuoi consigli, ti considero un grande amico. Per mia fortuna i tuoi consigli spesso li posso mettere in pratica nella vita di tutti i giorni, nel mio mondo personale raggiungendo dei risultati non sempre ottimali come vorrei (mi rendo conto che la colpa è mia). Per questo ti ringrazio, come so che dovrò ringraziarti quando mi decidero’ a metterli in pratica nel mondo del lavoro. Quindi continua a scrivere e a sfornare chicche per tutti noi 😉

  4. Pingback: Regalale un Cioccolatino | girardihr

  5. ci siamo. finalmente intervento che aiuta altri italiani a capire che è cambiato ogni paradigma e che dobbiamo solo capirlo. Marco

  6. Bravissimoooo, grazie per la sapienza, però sopratutto per la generosità. Sono imprenditrice social, coach e formatrice, sto imparando l’italiano, perché sono spagnola e abito al nord, e leggerti è una super boccata d’ossigeno! Buona giornata!

I commenti sono chiusi.