Public Speaking per WebWorkers 2

memoria per public speaking

In “il seo la seo e il public speaking“, fornivo alcuni consigli per migliorare il proprio impatto sul pubblico durante convegni e conferenze.

Tra le altre cose suggerivo di memorizzare il proprio discorso, i propri contenuti (leggere è proprio brutto) e anche le proprie slide.

Voltarsi a leggere le slide interrompe troppo il “flusso” delle informazioni ed il ritmo che date al discorso, generando una perdita di attenzione da parte del pubblico.

Memorizzare la giusta sequenza di 20 o 30 slide ed il relativo contenuto non sempre è agevole, soprattutto quando queste sono ricche di dati.

Però è imminente il Webrevolution di Roma ed ho pensato di farvi cosa gradita con un piccolo trucco di memorizzazione veloce che può esservi molto utile se siete tra i relatori, ma non serve diventare un cyborg ed infilarsi nella testa una chiavetta come quelle raffigurate qui sopra, è tutto più semplice e meno invasivo.

Le “tecniche mnemoniche” sono un’altra cosa (e vi suggerisco di prenderla in considerazione al più presto), quello che sto per scrivere si usa per fare “una cosa veloce” e per quantità di informazioni limitate, ma funziona molto bene ed è estremamente semplice e rapido da mettere in pratica.

  1. Trovate un luogo tranquillo, sedetevi, chiudete gli occhi e rilassatevi. Fate tre respiri inspirando col naso ed espirando con la bocca e ad ogni respiro rilassate un po’ i muscoli del collo e delle spalle. (insisto in molti post su questa cosa: è utile per portare il cervello alla giusta frequenza tra i 4 e gli 8 Hz)
  2. Andate con la mente ad un luogo che conoscete molto, molto, molto (l’ho detto molto?) bene, tipo la cameretta di quando eravate bambini, o la vostra scrivania, o anche tutto il vostro ufficio: va bene tutto, purché sia un luogo di cui conoscete ogni dettaglio.
  3. Immaginatevi sulla porta di questa stanza e pensate a qual’è la prima cosa che vedete. Partite da lì.
  4. Cominciate con la prima slide. Visualizzatela, guardatela, studiatene bene i dettagli e le informazioni che contiene e poi mettetela nel luogo che avete scelto. Un esempio: se avete scelto il vostro salotto, potete disegnarla sul muro, o appiccicarla al soffitto, o appenderla al lampadario, l’importante è che sia la prima cosa che vedete accedendo a tale stanza.
  5. Passate alla seconda slide e con lo stesso procedimento piazzatela su un’altro oggetto presente nel luogo che avete scelto, purché sia vicino al primo.
  6. continuate così per ogni informazione che dovete memorizzare.

Questo piccolo trucco è particolarmente efficace in quanto vi permette di associare una nuova informazione a qualcosa che é già ben chiara nella vostra memoria.

Una volta sul palco, non dovrete far altro che andare con la memoria al luogo scelto, visualizzare il primo oggetto ed il resto verrà da solo, sequenza compresa.

Memorizzare sarà questione di 20 o 30 minuti al massimo (basta un minuto a slide) ed avrete in più una traccia precisa degli argomenti da trattare.

Il resto dei trucchi per parlare in pubblico dopo il WE: ho preparato due dei relatori e non voglio svelare tutto o li riconoscereste ed io ho un patto di riservatezza.

Buon lavoro.

Advertisements

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...