Lingue di serpente: che gente odiosa!

serpenti Alle volte ci capita di incrociare sul nostro cammino persone a dir poco odiose.
Quel genere di persone che sembra vivano per maltrattare gli altri, farsi belli alle nostre spalle, calunniare, distorcere la realtà e attaccarci gratuitamente in ogni modo possibile.
Sostanzialmente gente che vive denigrando il prossimo per elevare sé stesso.
In qualche modo ci rovinano la giornata, ci mettono i bastoni tra le ruote e spesso cercano di usare il nostro lavoro, le nostre conoscenze e la nostra professionalità per avere vantaggi finanziari.Approfittando del nostro buon cuore e della nostra buona fede tendono a schiacciarci per salire un po’ più in alto.
Ma che personcine a modo!
Come ci si difende da questi amabili soggetti?
Con calma. Si con estrema calma, e si affrontano con gentilezza.
Si chiede loro dove sia il problema, meglio se pubblicamente, si portano i fatti si esibiscono i propri scheletri prima che possano farlo loro, togliendogli cosí potere.
Li si affronta restando se stessi, perché una calunnia va provata non puo essere semplicemente una diceria.
Se per qualche motivo ci viene contestato un errore che riteniamo reale, basta assumersene la responsabilità e dichiarare, pubblicamente di essere pronti a rimediare.
Mai cadere nel tranello “tanto non puoi rimediare”. Meglio insistere e poi darsi da fare per sistemare le cose.
Alle volte le persone distorcono la realtà. Qui è sufficiente ricondurre tutto ai fatti reali poi, pubblicamente, chiedere chiarimenti insistendo sul farsi spiegare “l’intenzione positiva che sicuramente aveva ” nel distorcere la realtà. E farli andare a fondo.
Questo vale anche se cercano di umiliarci più o meno direttamente o alle nostre spalle.
Oggi poi, con la rete, la quantità di contenuti che questo genere di persone copia e’ a dir poco impressionante.
A parte il fatto che spesso i lettori di un blog non sono imbecilli e dopo 2 o 3 o 10 volte cominciano a rendersi conto della cosa, anche qui ci si puo difendere, prendendo nota di ogni singola frase rubata. Farne una lista e al momento giusto chiedere chiarimenti. Con i fatti, sempre con i fatti. Ma devono essere più di un caso ciò che contestiamo e anche il guru più guru batterá in ritirata. Pubblicamente. Sempre pubblicamente
Perché se avete la ragione e la conoscenza dalla vostra il guru non vorrà rovinarsi totalmente l’immagine e se é furbo ammetterà l’errore.
Con le persone particolarmente aggressive poi trovo molto divertente guardarle dritto negli occhi con assoluta calma e poi con tono pacato chiedere: “scusa puoi ripetere con un tono più educato?” Funziona sempre, sempre!
Inoltre spesso le persone quando parlano, poi si rispondono da sole e si contraddicono, quindi prima di aprir bocca meglio aspettare uno o due secondi. Questo darà anche una maggiore impressione di forza e sicurezza.
E quando non riescono ad affondarti vanno in escandescenze e passano dalla parte del torto.
A questo punto il gioco e fatto: saranno loro stessi a scavarsi la fossa.
E noi possiamo continuare sulla nostra strada.
Personalmente evito lo scontro diretto, mi limito a mantenere la mia posizione, faccio parlare i fatti, alle volte ringrazio anche e aggiungo un sorriso: li fa imbestalire.
Li gonfio cosi tanto che poi basta veramente poco per farli scoppiare.
Questo genere di persone, infatti, gode solo quando sa di averti in pugno.
Se la tua posizione e’ solida, perdono velocemente ogni velleità e si ritirano in fretta.
E poi vi dirò: ma magari la mia concorrenza parlasse male di me, significherebbe che ho alzato lo standard cosi tanto da non lasciare altro margine di manovra se non la calunnia.

Advertisements

8 pensieri su “Lingue di serpente: che gente odiosa!

  1. Bellissimo post complimenti Andrea,
    mi piace “tantissimo”,dimmi una cosa:hai letto nella mia mente prima di scriverlo? c’e molto della mia vita.Non sai quante persone di questo genere ho incontrato,molti li ignoro,perchè non riescono a confrontarsi,non cercano il dialologo,quello che dicono loro è: assolutamente perfetto.Il contesto dove vivo è indietro almeno di 50 anni.Come dici tu,ho imparato a mantenere la calma,ascoltare e poi agire,sempre con molta calma.Funziona alla perfezione.Se trovi errori di scrittura scusami.
    Concetta

    Mi piace

  2. Direi: Fantastico! provo a contestualizzare: se colui/ei che fa da puntello al Faro e gli permette di brillare di luce riflessa è oggetto di simili azioni, bhè, allora sarà mica che non si è in possesso di elementi di peso, e/o non si è all’altezza di sostenere una comunicazione che segue il binario ed è pertinente rispetto all’oggetto e o al problema? frequentemente ci si imbatte in linguacce così sopra ben descritte, che fa tanto panorama di una afosa serata in cortile alla ricerca di un po’ di refrigerio!!!! un tantino vecchie comari!!! purtroppo questo panorama immaginario, diventa realtà in setting quotidiani, sul lavoro e in luoghi pubblici!! Di fatto, le ultime due righe, sono a mio parere, il fulcro di quanto sopra descritto e offrono una ulteriore analisi in merito!!! può essere infatti che con dedizione, dovizia di particolari, alto livello di interesse etc. fino allo spapolamento delle corde vocali nel chiacchiericcio, il soggetto malcapitato acquisti una importanza cosmica! di rimando, allo stesso viene servita su un piatto d’argento un bilancino di precisione che permette lui/lei di farne la tara e ricavarne il peso e la portata, delle personcine!!!! aggiungendo un ulteriore punto di forza al malcapitato/a e una eventuale ottima arma di difesa, all’occorrenza!!! la calma è la virtù dei forti! non sarà mica per nulla che l’attesa è pur sempre una ottima tattica…..
    ancora complimenti e grazie per il prezioso consiglio!

    Mi piace

  3. Si lo credo anch’io. Sai come si dice… Nessuno nasce imparato.
    Pure io mica ho la scienza infusa: c’è chi ha scritto ben prima di me le cose che consiglio.
    Ma adoro l’originalità. Essere creativi significa creare dal nulla, almeno quello che proponi.
    Quando non c’è unicità, cosa se ne parla a fa’?
    🙂

    Mi piace

  4. Caro Andre questo post mi è piaciuto tanto. No tantissimo.
    Uno perché mi ha dato ottimi consigli. Il mio errore e’ quello di andare in escandescenza. E finisce che passo io per quella aggressiva. Perché queste persone sono brave a provocare. Ma come dici tu, prima o poi cadono. E quando cadono fanno un gran botto. La gente non è scema.

    Sui copioni non commento, lo sai. Credo che la cosa triste – perché non la puoi provare – sia che rubano idee. Capisci? Non i testi, troppo sgamabile. Le idee. E poi ti dicono che è ovvio avere idee simili se si trattano gli stessi argomenti. Bah… Io non credo sia normale. D’ altronde cambiano due contenuti e 4 parole e tu hai le mani legate.

    Poi io adoro gli gnorri sviatori, alias furbetti del quartierino. Quelli che girano la frittata convinti di essere furbi e che quando li metti all’angolo semplicemente non rispondono. E non ammettono mai di aver sbagliato. E quando dici la tua opinione ti linkano ai 4 angoli del mondo con un sorriso beffardo, forti dei loro numeri. Gli stessi che poi “leccano” chi di numeri ne ha più di loro. Con questi mi diverto.

    Ma che signori! Ma che furbetti! Come se la gente fosse scema, capito?
    Mah…

    In ogni caso hai ragione: calma. Tanto prima o poi cascano.

    Un bacio e grazie mille!

    Mi piace

    • Ti dirò Roberta, il discorso delle idee é piú compleso. Queste stesse cose che ho scritto credo tu le possa trovare anche con termini simili, su qualche centinaio di libri sulla formazione. Per certe cose non ci sono 1000 possibilità ma solo 2 o 3. Insomma: non si mangia con la bocca aperta é una cosa di cui é difficile dimostrare la paternità. Nel tuo settore credo sia diverso: un’idea simile può capitare una volta, due, poi diventa copiare.

      Mi piace

Parliamone

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...